Relazioni bilaterali tra la Norvegia e l’Italia

Re e Mattarella.jpg
Foto: Altervista

I rapporti tra la Norvegia e l’Italia sono ottimi nonostante la distanza geografica. Per entrambi i paesi le Nazioni Unite rappresentano un pilastro. Entrambi i paesi hanno fatto parte della NATO dalla fondazione e ricoprono oggi un ruolo importante nell’alleanza, ognuna dalla sua parte del continente europeo. Sia attraverso la NATO che attraverso i nostri diversi legami con l’UE condividiamo gli stessi obiettivi per un’Europa pacifica e prosperosa.

Introduzione

La cooperazione culturale è multiforme e storicamente ottima. La Norvegia è presente nelle arene più importanti dal nord al sud Italia. Gli artisti norvegesi hanno tratto ispirazione dall’Italia, mentre persone di cultura italiane diligenti e piene di iniziativa hanno mostrato grande interesse per la cultura norvegese, dalla musica classica alla letteratura al jazz, heavy metal e architettura.

Dal punto di vista della politica economica, le relazioni bilaterali si sono sviluppate in una direzione positiva, anche se rimane un potenziale per aumentare gli scambi. L’esportazione di prodotti ittici rappresenta storicamente il maggiore contributo norvegese, ma in tempi moderni è principalmente il gas ed il petrolio a rappresentare la principale esportazione norvegese.

La conferma delle ottime relazioni fra i due paesi si è manifestata con la Visita di Stato in Italia da parte di Sua Maestà Re Harald V di Norvegia e di Sua Maestà la Regina Sonja nella primavera del 2016. Il numero sempre più crescente di turisti italiani in Norvegia, anche per vedere l’Aurora Boreale, fa sì che il nostro paese diventi sempre più conosciuto in Italia e consentendo in questo modo a una grande crescita delle già ottime relazioni.

Relazioni commerciali

Le relazioni commerciali tra l’Italia e la Norvegia vantano una lunga tradizione. Le prime documentazioni delle esportazioni di baccalà in Italia dalla Norvegia risale al medioevo.

Le imprese norvegesi sono composte in parte da grandi aziende multinazionali, ma la maggior parte delle imprese sono piccole e medie, con un mercato interno limitato. Quindi, l’esportazione è di grande importanza per il successo e la crescita delle imprese norvegesi. Il mercato italiano è naturalmente molto più grande di quello norvegese, inoltre i consumatori italiani cercano prodotti di qualità e sono disposti a spendere di più per prodotti di questa categoria. Questo fatto rende allettante la possibilità di esportare prodotti di qualità in Italia per le aziende norvegesi, come per esempio prodotti ittici, alimentari, mobili, abbigliamento etc. L’Italia è uno dei più grandi paesi industrializzati nel mondo e di conseguenza le imprese norvegesi trovano un forte interesse nella collaborazione con produttori italiani di beni e servizi vari.

Grande importanza riveste, nel quadro delle relazioni economiche bilaterali, la collaborazione esistente nel settore dell’energia. La ENI Norge, società del gruppo ENI, è attiva sulla piattaforma continentale norvegese fin dall’avvio dello sfruttamento dei giacimenti petroliferi norvegesi. Dal 2001 sono iniziate le forniture di gas norvegese all’Italia.

Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica norvegese, SSB, dal 2012 l’esportazione norvegese verso l’Italia è diminuita notevolmente da 21 miliardi di corone (NOK) nel 2012 a 7,41 miliardi di corone nel 2015, ciò vuol dire una diminuzione del valore dell’esportazione di quasi 14 miliardi di corone. Ma questa diminuzione è dovuta al fatto che l’SSB ha escluso dalle sue statistiche l’esportazione del gas naturale ed il petrolio nel paese destinatario finale. Le stime dell’esportazione considerano solo il primo paese di approdo del gas e del petrolio dalla Norvegia, come per esempio i Paesi Bassi, ma non ci sono dati sulla quantità e sul valore dell’esportazione dai terminal continentali in Italia e negli altri paesi, e di conseguenza i valori del 2012 sono completamente diversi dai valori del 2015.

Nel 2016 il valore dell’esportazione norvegese verso l’Italia arrivava ad un totale di 9,8 miliardi di corone. Il totale delle esportazioni di greggio era di 1 milliardo e 242 milioni di corone.

Il valore dell'esportazione escluso il gas naturale ed il petrolio è il seguente:

Nel 2016 il valore dell’esportazione norvegese verso l’Italia, escluso il petrolio, raggiungeva un totale di 8,5 miliardi di corone. Nel 2015 il totale era di 7,4 miliardi di corone, e nel 2014 il totale era di 7,45. È attestato dunque un aumento dell’esportazione totale.

La Norvegia esporta in Italia prevalentemente prodotti ittici e prodotti metalliferi. L’esportazione di prodotti ittici in Italia è costituita principalmente dal salmone e dal merluzzo, ed i valori dell’esportazione si sono raddoppiati negli ultimi anni; da un valore totale nel 2012 di 1,3 miliardi di corone fino a raggiungere  3,6 miliardi nel 2016. Il valore dell’esportazione di salmone nel 2016 ammontava a 2,9 miliardi di corone, un aumento rispetto al 2015, quando il valore totale era di 1,86 miliardi di corone.

Nel 2016 la Norvegia ha importato merci dall’Italia per 18,3 miliardi di corone e nel 2015 per 18,4 miliardi di corone. L'Italia è al decimo posto per le esportazioni verso la Norvegia. Le importazioni consistono principalmente in macchinari industriali, semilavorati, generi alimentari e di consumo, automobili, abbigliamento e mobili.  Oltre il 30% di tutto il vino venduto in Norvegia proviene dall’Italia, e il 41% è vino rosso.

Il Fondo Sovrano norvegese (GPFG) è un investitore importante in Italia. Il GPFG ha investito 74 miliardi di corone in azioni italiani, e inoltre 55 miliardi di corone in titoli italiani a reddito fisso.

Aziende norvegesi

Circa a 50 aziende norvegesi hanno sede in Italia, di cui meno della metà sono società di produzione mentre le rimanenti sono società di vendita. In totale circa 3000 persone lavorano in società a controllo norvegese, delle quali la più grande è la Yara ASA. 

Innovation Norway e Norwegian Seafood Council hanno sede a Milano.

Le aziende norvegesi con sede in Italia sono le seguenti:  Adapto IP Italia Spa, Aker Solutions, Blom CGR Spa, Borregaard Italia, City Self Storage, Det Norske Veritas AS, EAM ASA, Eco Energy Italia s.r.l., EFD Induction AS, Geno Italy Ltd., Global Product Channel S.r.l., Helly Hansen, Hydro Alluminio Atessa ASA, Hydro Alluminio Ornago ASA, Hydro Aluminium Colors ASA, Hydro Aluminium Metal Products ASA,  Hydro Aluminium Slim ASA, Hydro Building Systems ASA, Hydro Ossidazione ASA, Jotun AS, Jøtul Italia, Kongsberg Maritime AS, Kverneland Group, Lærdal AS, Marine Harvest ASA, Minera Norge AS, MPM Milan S.r.l., Navico Italia S.r.l., Nemko AS, Nera Networks Ltd., Norske Skog Italia ASA, Otrum Italia AS, Projectiondesign, Questback Milano, Questback Roma, RA1 (Statkraft Company), Rec Solar ASA, Refa Med, SAS Scandinavian Airlines System, SB Engineering Italy S.r.l., Sineco AS, Stepstone Italy ASA, Stokke AS, Subito.it, Tinfos Nizi S.A., Titech Italy, Willhelmsen Ship Service ASA, Yara ASA, Aalesundfish Italy.

Turismo

Negli ultimi 5-10 anni c’è stato un aumento riguardo al numero di turisti sia per il numero di pernottamenti di turisti italiani in Norvegia e viceversa. Circa 300.000 norvegesi visitano l’Italia ogni anno. Nel 2016 un totale di circa 120 mila turisti italiani hanno soggiornato in strutture alberghiere in Norvegia; ciò rappresenta un aumento del 21% dal 2015.

Studio e lavoro

Vi sono circa 80 studenti universitari norvegesi e 100 studenti che seguono corsi di laurea in Italia e circa 200-300 studenti italiani in Norvegia.

Circa 3000 italiani lavorano in Norvegia mentre i norvegesi residenti in Italia sono circa 1000.  

L’Italia in Norvegia

L’Italia è rappresentata in Norvegia da un Ambasciata ad Oslo e da un Istituto di Cultura. È inoltre presente una Camera di Commercio italo-norvegese ad Oslo.

Visite dalla Norvegia

Nella primavera del 2016 Sua Maestà Re Harald V e Sua Maestà Regina Sonja sono venuti in Italia in Visita di Stato. Dopo il  programma ufficiale a Roma che prevedeva visite al Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella e all’allora Presidente del Consiglio Matteo Renzi, le Loro Maestà hanno continuato il viaggio a Milano dove hanno partecipato ad eventi commerciali e culturali. L’ultima Visita di Stato è stata effettuata nell’ottobre 2001. Nel giugno 2011 S.A.R. il Principe Ereditario Haakon è venuto in Italia in occasione dei festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Nel 2009 Sua Maestà la Regina Sonja ha visitato Venezia a giugno e Roma in settembre. 

Nel 2016 il Ministro dell’Immigrazione e Integrazione Sylvi Listhaug ha visitato l’Italia per colloqui con i suoi omologhi italiani per discutere temi riguardanti l’immigrazione, mentre il Ministro degli Affari Esteri ha partecipato ad una riunione sulla Libia a febbraio dello stesso anno.  La Commissione Parlamentare per le  Regioni e per l’Amministrazione ha visitato l’Italia nel marzo 2016, mentre la Commissione Giustiza è venuta nel gennaio 2016. Il Ministro della Pesca Per Sandberg è venuto in visita a La Spezia e a Milano nel 2016.

Nel 2015 la Direzione del Partito Liberale Sociale di Norvegia (Venstre) ha fatto visita in Italia ad ottobre, la delegazione del Parlamento al Consiglio d'Europa a settembre, ed il Ministro degli Affari Esteri Børge Brende ad aprile. Il Primo Ministro Erna Solberg ed il Ministro dell’Economia e delle Finanze Siv Jensen sono venuti in visita nel giugno 2014. Durante la presidenza italiana all’UE nel secondo semestre del 2014 diversi ministri e sottosegretari hanno partecipato alle riunioni tenutasi a Milano.

 

 

Visite in Norvegia

Nel febbraio 2017 il Vice Ministro agli Affari Esteri Mario Giro è venuto in Norvegia per partecipare alla Conferenza sulla Nigeria ed il Lago Ciad.

Il Presidente del Senato Pietro Grasso e la Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini sono stati in visita ad Oslo dal 10 al 12 settembre 2014 in occasione della Conferenza Europea dei Presidenti di Parlamento dei Paesi membri del Consiglio d’Europa.

Il Presidente del Consiglio Mario Monti è venuto in Norvegia in occasione della consegna del premio Nobel per la Pace all’Unione Europea nel dicembre 2012 ed ha avuto colloqui bilaterali con il Primo Ministro Stoltenberg.  Il Sottosegretario di Stato Menia ha visitato la Norvegia nel maggio 2010 in occasione della conferenza REDD di Oslo.  Il Segretario Generale del Minstero degli Affari Esteri Massolo ha visitato la Norvegia nell’aprile 2010.