Parma Jazz Frontiere 2019

24 nov 2019
-
02 dic 2019
  • Dove: Parma
  • Quando: 24. nov 2019, 18:00 - 2. dic 2019, 20:30
  • Cosa: Jazz Festival
PJF

Il festival ParmaJazz Frontiere nasce nel 1996 da un progetto di Roberto Bonati, musicista, compositore e direttore artistico; il festival si è da sempre presentato come un organismo duttile, elastico e vitale, orientato verso "immaginarie frontiere" che possano essere un luogo di incontro, fisico e spirituale, tra le multiformi culture ed i diversi linguaggi artistici che caratterizzano la contemporaneità del nostro "villaggio globale" (il jazz, la musica improvvisata, le musiche "classiche" extra europee)..Ospiti norvegesi Tor Yttredal e Morten Halle.

24/11/2019

artisti

Tor Yttredal | sax soprano / tenore, clarinetto basso

Roberto Bonati | contrabbasso

Incanti

Co-produzione: ParmaFrontiere e Faculty of Performing Art

University of Stavanger  

Due musicisti che collaborano da diversi anni, si presentano qui in duo, una formazione

molto particolare, nella quale il gioco degli specchi e il raccontarsi reciprocamente hanno grande parte.

Questo concerto rappresenta il punto finale di una settimana di residenza artistica di Tor Yttredal a ParmaFrontiere, durante la quale abbiamo realizzato un progetto di ricerca prodotto dal Dipartimento di Jazz della Università di Stavanger.

02/12/2019

Artisti

Morten Halle | sax

Alberto Tacchini | pianoforte

Roberto Bonati | contrabbasso

Meeting

L’Accademia di Musica di Oslo ha riunito cinque scuole (Il Royal Conservatory di Glasgow, la Hochschule fur Musik und Theater di Hamburg, la Hochschule fur Musik di Nurnberg e il Conservatorio A. Boito di Parma) e cinque festival (Oslo, Edinburgh, Elbjazz, Nuejazz e ParmaJazz Frontiere) nel progetto di “Strategic Partnership The Jazz Workshop”, creato all’interno del programma di mobilità europea Erasmus. Il progetto è stato approvato e finanziato e per i prossimi tre anni diversi large ensemble formati da venti giovani musicisti, provenienti dalle scuole coinvolte, si incontreranno e suoneranno insieme la musica da loro stessi composta nei festival partecipanti. 

Morten Halle è vicedirettore all’Accademia di Musica di Oslo, Alberto Tacchini ed io, siamo docenti nella scuola di Jazz del Conservatorio Boito e proprio oggi 2 dicembre inizia, per gli studenti selezionati e docenti, la prima settimana di intensive programme a Oslo... e così, il concerto di questa sera vuole battezzare questo inizio con un incontro tra musicisti di diverse tradizioni attraverso i misteri dell’improvvisazione.